Visitors 48
15 photos

Assenza/Essenza

Fotografie di Luisella Daina testo critico a cura di Giulia Scalia

“Assenza/Essenza” nasce da un ampio lavoro che Luisella Daina ha realizzato impiegando più di tre anni alla ricerca di luoghi e scenari in cui tutto appare ridotto in macerie: edifici che hanno in comune il totale stato di degrado e di abbandono, teatri di un’assenza quasi tangibile. Ma al di la delle apparenze“Assenza/Essenza” non è un lavoro di documentazione dei luoghi degradati in Sicilia bensì un viaggio di scoperta introspettivo reso necessario da una crisi esistenziale che chiama a gran voce nuove modalita espressive, nuovi percorsi non ancora tracciati. Come è noto, la parola crisi deriva dal verbo greco krino (separare, scegliere) e indica la natura positiva che sottende questo vocabolo, ossia la capacità di distinguere e valutare, quindi di rinascere e ricreare partendo da nuovi presupposti e considerazioni. La tecnica fotografica ha un’innegabile funzione di sostegno in tal senso perchè, per sua natura, costringe costantemente chi la adopera ad effettuare delle scelte. L'inquadratura, il colore, la luce, il contrasto o la composizione sono tutte possibili strade, declinabili in svariate modaliatà . In questo senso la fotografia è una palestra per chi vuole allenarsi a scegliere o a ripartire da zero. Luisella Daina predilige in questi scatti inquadrature con un punto di vista dal basso verso l’alto, sempre molto prossimo alla terra, i dettagli sono ravvicinati e i colori variano dal nero cupo all’azzurro squillante. Nell’allestimento i particolari hanno la funzione di definire una condizione psicologica intensa, permettendoci di costruire, con sguardo più ampio, un percorso ben preciso. Tamite la conoscenza e la consapevolezza di se stessa, la fotografa ha realizzato una ricerca ove emerge costantemente il dialogo tra il dentro e il fuori, tra il buio e la luce, tra il vuoto e il pieno, tra la devastazione e la possibilità ancora inespressa di qualcosa di nuovo e vitale. Da una condizione di chiusura, di appiattimento, si passa gradualmente verso un’apertura espressa nelle inquadrature e nelle soglie che la fotografa rileva nella realtà circostante. Porte, cornici, finestre attraverso cui è possibile guardare altrove, elementi “di accesso alla visione del mondo esterno” che emergono “tramite la scelta dell’inquadratura fotografica e dei luoghi da riprendere, ricordando che la fotografia “è essenzialmente dispositivo di selezione e attivazione del campo di attenzione” (Luigi Ghirri). La fotografia è dunque conoscenza di se stessi e al contempo finestra sul mondo, strumento di lettura e di consapevolezza che permette una visione autentica e un approccio creativo. Il mezzo fotografico non ammette distrazioni ma richiede soltanto impegno e ricerca di quel mistero che, come diceva Einstein, è la fonte di tutta l’arte. Se la cultura punta più in alto di ciò che è la reatà , gli scatti di Luisella Daina trovano negli oggetti fotografati uno spunto creativo che mira a svelare la bellezza, al di la del significato razionale che nell’immagine risiede.
Assenza/Essenza

Categories & Keywords
Category:Artistic
Subcategory:Metaphors
Subcategory Detail:
Keywords:assenza, crisi, essenza